Pochi mesi fa, per la nostra rubrica “La Bottega del Sociale: laboratorio di buone pratiche”, vi abbiamo parlato del progetto YEP – Young Enterprise Program di ICEI – Istituto Cooperazione Economica Internazionale. Oggi siamo felici di presentarvi gli entusiasmanti risultati di questo progetto che ha permesso a 80 giovani con minori opportunità di avvicinarsi al mercato del lavoro attraverso lo sviluppo di competenze imprenditoriali. 

 

Articolo redatto da ICEI -  Istituto Cooperazione Economica Internazionale

 

Lo scorso ottobre, con un evento internazionale che si è svolto a Madrid presso la Foundación Botin, e che ha coinvolto più di 70 persone, si è concluso il progetto europeo YEP – Young Enterprise Program.

Il progetto, promosso da ICEI in partnership con alcuni enti italiani ed europei nelle città di Milano, Madrid e Lisbona, è stato finanziato dal Programma Erasmus+ (e a Milano anche dalle Fondazioni Cariplo e Giulini) e ha permesso a 80 giovani con minori opportunità, quali: NEET, migranti o di seconda generazione, ragazzi provenienti da zone periferiche o aventi ostacoli sociali, di avvicinarsi al mercato del lavoro attraverso lo sviluppo di competenze imprenditoriali. 

Nelle 3 città, infatti, è stato elaborato un percorso formativo in seguito al quale sono poi state individuate e selezionate le 5 idee imprenditoriali ritenute migliori e più idonee ad accedere alla successiva fase di incubazione. 

E proprio durante l’evento finale che si è recentemente svolto a Madrid, i ragazzi selezionati hanno potuto presentare le loro idee e raccontare al pubblico le varie tappe del loro percorso. 

Inoltre, l’evento internazionale di progetto ha permesso ai ragazzi e ai presenti di riflettere e scoprire attraverso alcune attività di gaming, quali sono le proprie competenze trasversali (le cosiddette soft skills), proprio a partire da alcune attività di educazione non formale.

Si tratta di competenze fondamentali, sulle quali i giovani hanno lavorato durante tutta la durata del percorso mettendole in atto per muovere i primi passi verso la concretizzazione della propria idea imprenditoriale, che si tratti di un servizio di chef a domicilio, della produzione di capi di abbigliamento o di una scuola di yoga! 

Ecco chi sono tutti gli YEPPERS selezionati!

 

Il progetto, poi, ha anche permesso alle organizzazioni partner di condividere le loro esperienze rispetto alle attività implementate nei 3 contesti di riferimento e ha fatto sì che gli enti direttamente coinvolti nel progetto sviluppassero nuove competenze e strumenti innovativi, come ci raccontano i protagonisti in questo breve video.

 

Sul sito di progetto sono disponibili i materiali di supporto che sono stati prodotti: si tratta di un manuale e di un toolkit che sono a disposizione di tutti quegli operatori di enti pubblici o privati che si occupano di educazione e programmi di supporto all’imprenditorialità di giovani, con un focus particolare nei confronti dei giovani con ostacoli di natura sociale, economica o geografica.

Tutti i risultati del progetto, inclusi i manuali per gli operatori, sono consultabili e scaricabili gratuitamente in questa sezione, in costante aggiornamento: i manuali saranno resi disponibili nelle seguenti lingue: inglese, italiano, spagnolo e portoghese.

Per maggiori informazioni sul programma YEP:
www.youngenterpriseprogram.com
comunicazione@icei.it

 

Inserisci commento

Partner della formazione

ConfiniOnline fa rete! Attraverso la collaborazione con numerosi enti profit e non profit siamo in grado di rivolgere servizi di qualità a costi sostenibili, garantendo ampia visibilità a chi supporta le nostre attività. Vuoi entrare anche tu a far parte del gruppo?

Richiedi informazioni