L’Agenzia per la Coesione Territoriale che si prefigge l’obiettivo di promuovere lo sviluppo economico e la coesione per eliminare il divario territoriale all’interno del Paese, ha aperto un bando per sostenere interventi socio-educativi strutturati per il contrasto alla povertà educativa da attuare in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

L’obiettivo del presente bando è sostenere interventi socio-educativi rivolti a minori a rischio di vulnerabilità (economica, sociale e culturale) o che vivono in territori particolarmente svantaggiati da
attuare in luoghi circoscritti.

I progetti devono prevedere azioni in un solo dei seguenti ambiti:

1) Interventi per bambini di età compresa tra 0-6 anni, e alle relative famiglie, con l’obiettivo di ampliare e potenziare i servizi educativi e di cura; migliorare la qualità, l’accesso, la fruibilità, l’integrazione e l’innovazione dei servizi esistenti e rafforzare l’acquisizione di competenze fondamentali per il benessere dei bambini e delle loro famiglie

2)Interventi rivolti alla fascia di età 5-14 anni, con l’obiettivo di promuovere il benessere e la crescita
armonica di minori, garantendo efficaci opportunità educative e prevenendo precocemente varie forme di disagio (dispersione e abbandono scolastico, bullismo e altre forme di disagio giovanile).

3) Interventi rivolti alla fascia di età compresa 11-17 anni, con l’obiettivo di contrastare l’abbandono e prevenire il fenomeno della dispersione scolastica.

La richiesta di finanziamento non può essere inferiore a 250.000,00 Euro e superiore a 500.000,00 Euro. Questo importo non potrà essere superiore al 95% dei costi ammissibili di progetto
(cofinanziamento)

Durata progetto: 24-48 mesi

Scadenza: 12 gennaio 2021, ore 12.00

I progetti devono essere presentati da un partenariato di minimo 3 soggetti di cui almeno 2 devono essere Enti del Terzo Settore. Altri partner possono appartenere al mondo della scuola, delle istituzioni, dei sistemi regionali di istruzione e formazione professionale, dell’università, della ricerca e delle imprese.
Possono assumere il ruolo di capofila solo gli Enti del Terzo Settore operanti nell’ambito del bando e
costituiti da almeno 2 anni.

 

_

Trovate tutti i riferimenti del bando alla scheda di dettaglio a questo  link, curata dalla Dott.ssa Stefania Fossati, Referente di ConfiniOnline per le opportunità di finanziamento degli enti Non Profit.

 

A questo link trovate la selezione settimanale di ConfiniOnline delle opportunità di finanziamento per il Terzo Settore

 

 

 

Partner della formazione

ConfiniOnline fa rete! Attraverso la collaborazione con numerosi enti profit e non profit siamo in grado di rivolgere servizi di qualità a costi sostenibili, garantendo ampia visibilità a chi supporta le nostre attività. Vuoi entrare anche tu a far parte del gruppo?

Richiedi informazioni